Menu
+
Chiudi

Vi racconto come il nostro “fantacalcio dei pronostici” è diventato una startup

A noi di CheFuturo! piacciono le storie. Ecco perché in questo spazio trovate i racconti di innovazione che ci sono arrivati direttamente dalla rete. Per raccontarci le vostre idee e progetti potete utilizzare la pagina "Raccontaci la tua Storia". Vi aspettiamo.

Immaginate un sabato o una domenica qualsiasi e un punto scommesse affollato, il vociare, il fruscio delle carte piene di pronostici e cifre, i consigli, le discussioni sulla possibile sorpresa del giorno. Immaginate tre amici che spesso si ritrovano lì a giocare insieme qualche schedina, nella speranza che almeno una volta si riesca a vincere qualcosa.

nextwin_team

È proprio in uno di quei giorni che noi tre (Enrico, Luca e Alessandro) abbiamo partorito l’idea di Nextwin, il social game dei pronostici sportivi. Eravamo stanchi di perdere e desiderosi di inventarci qualcosa che potesse rendere più divertente e meno dispendioso scommettere e, al contempo, supportare, sia sul piano informativo che statistico, gli scommettitori, mettendoli in condizione di avere a disposizione dati reali, ma anche di socializzare e confrontare le rispettive esperienze. Un aspetto, quest’ultimo, che ci è sembrato fondamentale perché spesso, quando andavamo a scommettere, ci capitava di ascoltare informazioni confuse e leggende o aneddoti su giocatori considerati vincenti.

Così, pensando e ripensando abbiamo iniziato a disegnare il nostro progetto, cercando di predisporre un sistema che consentisse di puntare più sul divertimento e sulla competizione gratuita che sul profitto. Nel frattempo abbiamo incontrato Domenico, CTO con già un’esperienza di successo alle spalle e, poi, Gianmarco, Business Angel che aveva voglia di investire su un’idea valida. In poco tempo, Nextwin ha cominciato a prendere forma. Nell’aprile del 2014 è nata la società e abbiamo iniziato a metterci al lavoro per sfruttare l’occasione dei mondiali di calcio brasiliani, durante i quali abbiamo lanciato la versione beta privata. Sulla base di quella prima esperienza, a settembre, in tempo con l’avvio dei principali campionati europei, è stata lanciata la versione beta pubblica con circa 200 utenti.

Una grandissima emozione: quella che, appena qualche mese prima, era solo un’intuizione legata alla nostra esperienza quotidiana, cominciava a farsi conoscere in rete.

COME FUNZIONA

Nextwin oggi è l’unica piattaforma che permette agli utenti, attraverso una moneta virtuale (“nextcoins”) di giocare gratuitamente scommettendo sulle partite delle massime competizioni calcistiche nazionali ed europee e, in base alle vittorie conseguite, accumulare punti in classifica e profitto virtuale, sfidando gli altri giocatori.

Una sorta di fantacalcio basato sui pronostici e con un ampio e innovativo risvolto social, dal momento che su Nextwin ciascun utente può visionare, copiare e commentare le giocate degli altri, oltre a conoscere in tempo reale le statistiche proprie e degli altri scommettitori, con riferimento al profitto, alla percentuale di vittorie e di rischio e ai punti fatti. Una caratteristica che permette a ciascun giocatore di misurare nel tempo la quantità di denaro virtuale vinto o perso e di regolarsi al meglio, scommettendo responsabilmente. Nel creare Nextwin, infatti, abbiamo pensato a chi vuol giocare per il solo gusto di competere, ma anche a chi vuol unire il divertimento a una vincita reale. Per questo, oltre a introdurre, a partire da marzo, la competizione mensile che prevede premi concreti per i primi tre che meglio si comportano nell’arco di trenta giorni, abbiamo nel tempo stipulato anche accordi con cinque importanti siti di betting online (William Hill, PaddyPower, Betclic, Admiral, Unibet), in modo da consentire ai nostri scommettitori di comparare le diverse quote, scegliendo dove sia più conveniente giocare, accedere, con un solo click, ad uno dei siti convenzionati, aprire un conto e scommettere davvero, ma con il vantaggio di un’esperienza di preparazione e test sulla nostra piattaforma.

AIUTARE I “GIOCATORI COMPULSIVI”

Il tutto anche per una importante finalità sociale: in questi mesi ci siamo accorti di come, il fatto che la nostra web-app sia in grado di fornire agli utenti delle statistiche sempre aggiornate sulle proprie performance e su quelle degli altri scommettitori, permetta di ridurre drasticamente le giocate compulsive tipiche dei giocatori seriali. Infatti, non richiediamo alcun investimento in denaro e si basa sul concetto di addestramento e di divertimento, consentendo così agli utenti di tenere sotto controllo le proprie performance prima di un’eventuale giocata reale.

Lo scopo è dunque quello di renderli consapevoli attraverso l’esperienza, per fare in modo che possano rendersi conto, sempre più, di quante insidie si celano dietro queste pratiche ludiche. Una strategia che è già in uso in alcune ASL italiane impegnate nella lotta alle ludopatie e alle dipendenze dal gioco d’azzardo.

I NUMERI

Accanto a questo obiettivo di natura sociale, abbiamo conseguito anche alcuni importantissimi risultati: oltre ad aver siglato le sopracitate partnership, abbiamo toccato quota 5.000 utenti sul sito, lanciato l’applicazione Android e, a gennaio, abbiamo fatto il nostro ingresso in LuisEnlabs, ottenendo da LVenture un finanziamento.

1415459482-cover-nextwin-copia

Inoltre, grazie a LuissEnlabs abbiamo incontrato Carlo D’Acunto, Founder di Gioco Digitale, che da qualche settimana è diventato nostro Advisor. Guardando questi primi dati ci rendiamo conto di quanto lavoro è stato fatto e di quanta intensità ha riempito le nostre giornate, ma sappiamo con chiarezza che questi non sono traguardi ma tappe, perché, esattamente come in quei sabati e quelle domeniche nei punti scommesse, la nostra volontà è di continuare a dare ascolto alle nostre intuizioni, consapevoli che c’è ancora tanto da fare e che ci sono molti margini per innovare e migliorare ancora il nostro prodotto.

Sicuramente, nel prossimo futuro, vogliamo incrementare la base utenti con un tasso di crescita settimanale del 30% e firmare accordi di partnership con tutti i principali operatori di betting presenti sul territorio nazionale, in modo da diventare (questo è il nostro grande primo obiettivo) il punto di riferimento di tutti coloro che scommettono in Italia, cercando al contempo di attaccare anche i mercati esteri, partendo naturalmente dall’Europa.

Questa è solo una parte di quel sogno iniziato tra fogli, numeri, pronostici e cifre. Un sogno che continua, nella convinzione che la migliore scommessa sia sempre quella che dobbiamo ancora giocare.

LUCA SICARI
Roma, 13 maggio 2015

* Luca Sicari è co-founder e CMO di Nextwin srl

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri articoli di: Storie

Storie
Tutto su Storie

Potrebbero interessarti anche

in by Storie
+
+
Impostazioni Articolo
Dimensione dei caratteri
aA
aA
aA
Sfondo:
Giorno
Notte
Testo:
Moderno
Classico
Alta leggibilità
ok