Menu
+
Chiudi

Bettini: il corporate storytelling, per sentirsi parte di una storia e fare squadra

CheFuturo! invita a bordo le persone che hanno grandi storie da raccontare. Qui trovate i contributi di uomini e donne che stanno cambiando il mondo con la forza delle idee.

«Ci sentivamo tutti parte di una grande storia. Eravamo consapevoli che ognuno di noi poteva contribuire a creare un nuovo importante tassello di quella storia». A parlare è Enzo Fazion, 63 anni, quarantadue dei quali trascorsi nella “sua” azienda, la Riello Bruciatori, di quel miracolo imprenditoriale chiamato nord-est. Ad Enzo brillano ancora gli occhi mentre ne parla. Lui, progettista e responsabile qualità di quell’azienda. Ambiente che era molto di più che un semplice luogo di lavoro. Non deve aggiungere altre parole per trasferire quanto sia stata straordinaria per lui quella esperienza professionale e di vita. Esperienza conclusasi dopo essere stato insignito all’ordine al merito del lavoro.

Certo un altro periodo. Un’altra situazione socio-economica. Un altro scenario imprenditoriale. Ma c’è un però. È lo stesso Enzo a porre l’interrogativo: «Perché oggi nella maggior parte delle aziende non si respira più quella magica atmosfera?».

Domanda insidiosa, ricca di sfaccettature, alla quale però il corporate storytelling cerca di dare un aiuto, se non una risposta completa ed esaustiva.

Riprendere le storie delle persone che lavorano all’interno di un’azienda non è un’operazione di semplice amarcord. Lo storytelling è il collante ideale per ricostituire all’interno di un’organizzazione aziendale quello spirito di squadra. Lo storytelling mette in evidenza il talento. Fa emergere l’eccellenza. Propone una visione di solidarietà. Si fonda su principi di meritocrazia.

Il corporate storytelling è un processo di ricostruzione dell’anima di un’azienda. Mette insieme sul medesimo piano narrativo le singole storie di chi lavora all’interno di un’impresa per costituirne poi, un canovaccio comune.

Sentirsi parte di una storia. È questo il valore di una modalità di comunicazione che va oltre ai dati di fatturato, alle politiche commerciali e le strategie di mercato. Lo storytelling mette al centro il capitale più importante. Il capitale umano.

Amministratori delegati, responsabili del personale e ogni altro organo preposto per l’efficienza di un’azienda dovrebbero considerare con più attenzione questa modalità di raccontare la propria impresa.

Investire su un personale motivato in grado di dare il massimo e felice di sentirsi parte di una grande azienda può avere degli ottimi ritorni in termini di redditività. Ancora di più oggi, in una situazione dove le incertezze regnano e il senso di smarrimento aumenta.

Venezia, 28 agosto 2013

ANDREA BETTINI

Altri articoli di: Guest

Guest
Tutto su Guest

Potrebbero interessarti anche

in by Guest
+
+
Impostazioni Articolo
Dimensione dei caratteri
aA
aA
aA
Sfondo:
Giorno
Notte
Testo:
Moderno
Classico
Alta leggibilità
ok