Menu
+
Chiudi

#chewifi Bologna, a San Giovanni in Persiceto l’unione fa la forza del segnale Hiperlan

CheFuturo! invita a bordo le persone che hanno grandi storie da raccontare. Qui trovate i contributi di uomini e donne che stanno cambiando il mondo con la forza delle idee.

Il wifi nei piccoli centri appare spesso come qualcosa di superfluo o di secondario, specie in un periodo di crisi economica e finanziaria come quello che abbiamo vissuto e stiamo vivendo negli ultimi anni. Con i Comuni sempre meno ricchi e sempre più obbligati ai tagli piuttosto che agli investimenti, pensare al free wifi pare proprio strano.

Progetto da rimandare quindi, da tenere nel cassetto per tempi migliori? Assolutamente no. Questo perché dal suo insediamento questa Amministrazione comunale ha riconosciuto nella disponibilità di connettività Internet e nella diffusione e promozione di competenze nell’uso della Rete due priorità di democrazia e competitività del proprio territorio.

A Persiceto (Bologna) si è deciso quindi di studiare le varie opzioni disponibili, i costi, i fornitori e i modelli di sostenibilità. Raccolte le informazioni utili e incontrati numerosi soggetti privati e pubblici (nella logica del replicare, magari migliorandole, esperienze già realizzate), si è proceduto alla pubblicazione di un avviso rivolto ad operatori di telecomunicazioni.

L’avviso pubblico aveva il duplice scopo di intervenire nelle aree in digital divide, risolvendo il problema di coloro che abitano in aree isolate e non hanno disponibilità di connettività a banda larga nelle proprie case, e dotando i cittadini di Persiceto e delle frazioni più grandi di punti ad accesso gratuito alla Rete, in modalità wifi. Il tutto cercando di ridurre al massimo costi e oneri ricorrenti per l’Amministrazione pubblica.

L’equilibrio economico è stato trovato grazie al lavoro di squadra fra Comuni dell’area circostante Persicelo: più Comuni e quindi più interesse per gli operatori a partecipare all’avviso. E mettendo a disposizione in forma gratuita infrastrutture pubbliche come torri, tralicci, tetti da cui l’operatore può oggi trasmettere il proprio segnale Hiperlan e offrire in tal modo servizi a banda larga a tutto il territorio (anche e soprattutto a quelle zone fino a poco tempo fa “abbandonate” dagli operatori tradizionali). In cambio del vantaggio dell’uso delle infrastrutture pubbliche, i Comuni hanno chiesto l’installazione e la gestione a costo zero di punti wifi ad accesso gratuito nelle piazze, nelle biblioteche, nei centri giovanili, nelle stazioni.

La rete costruita sulla base di questa partnership pubblico-privato vede oggi la disponibilità di 7 punti di accesso nel comune di Persiceto, mentre sono in fase di installazione altri 20 punti di accesso che si andranno a sommare ai precedenti e che permetteranno di avere una copertura ampia e capillare delle aree più frequentate dai cittadini. Il sistema prevede la possibilità anche di ampliare la nuvola di hotspot, attraverso la collaborazione con commercianti o altre realtà private che vogliano aderire al sistema e offrire questo tipo di servizio ai propri clienti/utenti.

San Giovanni in Persiceto (Bo), 18 luglio

DIMITRI TARTARI

Assessore comunale all’Innovazione

Altri articoli di: Guest

Guest
Tutto su Guest

Potrebbero interessarti anche

in by Guest
+
+
Impostazioni Articolo
Dimensione dei caratteri
aA
aA
aA
Sfondo:
Giorno
Notte
Testo:
Moderno
Classico
Alta leggibilità
ok