Menu
+
Chiudi

L’Italia sfida Google con istella e porta quattro startup all’Innovation Forum di Heidelberg

Molto milanese e molto sorridente. Giornalista. Freelance con soddisfazione. Collaboro con Wired Italia, Corriere della Sera, Style.it e altri. Su CheFuturo! mi occupo dell'Agenda.

Settimana ricca: makers e TEDx a Milano, Codemotion a Roma, hackathon a Vicenza e Innovation Forum in Germania. Si parte martedì nella Capitale con la presentazione di istella. Il motore di ricerca italiano nasce (già) con il non facile epiteto di ‘anti-Google’, definizione che ha portato poca fortuna a Volunia di Massimo Marchiori (qui la lettera con cui annuncia la decisione di abbandonare la sua creatura). Genitore del progetto è il presidente di Tiscali Renato Soru che farà gli onori di casa durante il battesimo. Sull’invito c’è scritto “motore di ricerca e condivisione per il Web italiano”. Qualcosa, quindi, che avrà strettamente a che fare con la nostra cultura e affronterà la Rete anche nella sua dimensione sociale. Con l’ex presidente della Regione Sardegna hanno lavorato, fra gli altri, Luca Manunza, a cui si deve la nascita delle webmail, e Domenico Dato, fondatore di Arianna. Istella fa parte della dichiarata strategia di Soru di creare un’alternativa italiana alla Rete a stelle e strisce. Oltre al quasi neonato motore di ricerca si è puntato su indoona, applicazione mobile per chiamare, videochiamare che strizza l’occhio al social networking. Due frecce di uno stesso arco dalle intenzioni bellicose.

È sempre martedì e siamo a Milano: Pane, Web e Salame inaugura il suo ciclo di eventi dedicato alla selezione di persone che hanno sfidato il difficile contesto economico appoggiandosi alle Rete. Le prossime tappe toccheranno Firenze, in aprile, Roma, maggio, e Brescia, giugno. Si cerca, lo esprime chiaramente l’invito, qualcuno a cui Internet abbia salvato la vita. Aver mosso  qualche passo nei mercati internazionali sarà variabile determinante. Ancora Milano, Changemakers si sofferma sul concetto di exit strategy. Ne parleranno, rivolgendosi a una platea di startupper e addetti ai lavori, Salvo Mizzi, project leader di Working Capital, e gli autori di CheFuturo! Gianluca Dettori, venture capitalist, Marco Zamperini, chief innovation officer di NTT Data Italia, e Alberto D’Ottavi (tbc), co-fondatore di Blomming. Si parla di e alle startup anche all’Università Cattolica, dove il gruppo studentesco Capramagra ha organizzato la conferenza Verso il futuro: startup e innovazione‘. Interverranno Alexander M. Orlandoglobal strategist, e Andrea Latino, fondatore del progetto GSE.

Mercoledì ci si sposta a Trento per gli ICT Days. Spazio durante la quattro giorni a un hackathon di 48 ore per creare applicazioni utili al territorio. Si parlerà di città intelligenti e miglioramento della qualità della vita con, fra gli altri, Tim Berners-Lee e il presidente di fondazione <ahref Luca De Biase. Il pomeriggio di venerdì è dedicato alle startup con l’intervento del direttore di CheFuturo! Riccardo Luna, chiamato a ripercorrere i primi passi delle giovani imprese entro i nostri confini e a soffermarsi sulle modifiche introdotte dal decreto Crescita 2.0, e la presentazione del nuovo acceleratore trentino TechPeaks (qui il coordinatore Paolo Lombardi ci spiega di cosa si tratta). Sabato si parla di modelli e previsioni dei sistemi socio-tecnici nell’era dei grandi dati con il docente della Northeastern University di Boston Alex Vespignani.

Nella città tedesca di Heidelberg, è ancora mercoledì, è la volta dell’Innovation Forum. L’evento mette a disposizione dei migliori ricercatori, sviluppatori e fondatori europei 8 minuti di tempo per presentare le proprie idee. Sventoleranno il tricolore le tre startup laziali Atooma, GamePix e Discordia. La prima, fresca fresca del riconoscimento ottenuto al Mobile World Congress di Barcellona, è genitrice dell’omonima applicazione Android con cui gestire in maniera intergrata tutte le funzionalità offerte dallo smartphone. GamePix si occupa di gaming online e punta alla creazione di una piattaforma con numerosi giochi in gli utenti possano sfidarsi gratuitamente. Anche Discordia si muove nel settore dei giochi: i sei ragazzi del team si sono aggiudicati la sfida Castro Adventure Game al Global Jam di Roma con il prototipo Visions of Eris. In Germania avranno la possibilità di ragionare sul modello di business della soluzione e strizzare l’occhio ai potenziali investitori. Altra realtà italiana presente al Forum è la torinese Zentech che presenterà l’applicazione mobile Pocketparking.

Ancora mercoledì, a Beirut inizia la tre giorni ArabNet: fra gli interventi, quello del general manager di PayPal Elias Ghanem, che si soffermerà sulle novità del società di proprietà di eBay. Si parlerà anche della transizione dalla carta dal digitale, con l’amministratore delegato di Knowledge View Ali Al-Assam. La piattaforma si occupa della pubblicazione multipiattaforma dei contenuti. Spazio anche alla musica online e alle tre alternative Anghami, Deezer e Yala. Agli startupper è riservata una competizione e, novità di quest’anno, è in calendario un concorso dedicato ai giovani creativi del marketing digitale. Ai partecipanti verrà chiesto di creare una campagna in una sola settimana. E ancora (mercoledì), il Barcamper di StartupItalia! fa tappa a Roma in occasione della fiera Smau e Milano ospita il TEDxNavigli. Interverranno, all’insegna de ‘Il potere dell’amore nel business, nell’arte e nella società’, Laura Olivetti, presidente della Fondazione Adriano Olivetti, Kevin Roberts, Ceo di Saatchi & Saatchi, e l’artista Paul D. Miller. Sempre a Milano, l’appuntamento in serata è per i makers.

Giovedì riflettori puntati sugli spunti tecnologici per il settore agro-alimentare: la giornata organizzata da Intesa SanPaolo darà spazio a nove startup. Si spazia dalla diagnosi molecolare delle malattie delle piante a un marketplace per i prodotti agrolimentari passando per la produzione di farine per i soggetti intolleranti al glutine. Anche, è ancora giovedì, ItaliaOnline si rivolge alle nuove imprese e presenta a Milano il suo programma Starthappy. A Roma si entrerà nell’atmosfera del Codemotion, che inizia venerdì, con l’incontro con i Ceo Carlo Purassanta (Microsoft Italia), Davide Gomba (Officine Arduino) e Arianna Bassoli (Frestyl). I tre risponderanno alle domande del direttore di CheFuturo! Riccardo Luna su temi legati all’innovazione.

Alle porte del weekend, oltre all’appuntamento capitolino dedicato alla programmazione, a tenere banco sono lo Startup Weekend Torino, tre giorni per plasmare un’idea e convincere potenziali investitori, e la 24 ore Hackaton101, concorso dedicato agli sviluppatori di applicazioni mobili.

Milano, 17 marzo 2013
MARTINA PENNISI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri articoli di: Martina Pennisi

Martina Pennisi
Tutto su Martina

Potrebbero interessarti anche

in by Martina
+
+
Impostazioni Articolo
Dimensione dei caratteri
aA
aA
aA
Sfondo:
Giorno
Notte
Testo:
Moderno
Classico
Alta leggibilità
ok