Menu
+
Chiudi

Daniele Pelleri e Luigi Giglio: come abbiamo trovato un milione e mezzo di euro per lanciare AppsBuilder

A noi di CheFuturo! piacciono le storie. Ecco perché in questo spazio trovate i racconti di innovazione che ci sono arrivati direttamente dalla rete. Per raccontarci le vostre idee e progetti potete utilizzare la pagina "Raccontaci la tua Storia". Vi aspettiamo.

Le app mobile sono il fattore X che ci ha unito all’ inizio di questa fantasmagorica avventura. Eppure se uno di noi non si fosse trasferito in Italia dal Burkina Faso, forse non ci saremmo mai incontrati. Il caso invece ha voluto farci incrociare sui banchi universitari del Politecnico di Torino, ma è nel salotto di casa di Daniele a Ivrea, che ha preso forma quasi per divertimento il progetto AppsBuilder, guardati con un po’ di scetticismo dal papà, una carriera trascorsa in Olivetti.

Ce la ricordiamo bene quell’ estate del 2010. Abbiamo sviluppato un prima beta del sito web AppsBuilder.com e a settembre lo abbiamo lanciato. Dopo pochi giorni, con nostra grande felicità e un po’ di sorpresa i primi blog del settore come iSpazio e iPhoneItalia hanno iniziato a parlare del prodotto e centinaia di utenti lo hanno testato. A fine novembre, impressionati dai dati raccolti con una piattaforma sviluppata in 40 giorni, ci siamo resi conto che il portale poteva diventare il punto di riferimento per gli sviluppatori mobile di tutto il mondo. Da una semplice intuizione, poteva nascere un’azienda nuova di zecca.

A quel punto non potevamo fare tutto da soli. Fortunatamente la nostra idea è piaciuta a due Business Angel del Web: classe 69’ e 67’, Massimiliano Magrini di Annapurna Ventures e Mario Mariani di The Net Value. Entrambi parlano benissimo la lingua di Internet e degli affari. E sanno come costruire aziende a partire dalla tecnologia. Entrambi hanno la voglia di costruire, dare fiducia a forze imprenditoriali fresche e capitalizzare su persone che come noi vivono della passione per la tecnologia, dei media digitali e del mobile. Senza di loro, saremmo rimasti solo con la nostra buona idea, che poteva intercettare un bisogno reale, ma niente di più.

Dopo qualche mese di incubazione, Magrini e Mariani ci hanno fornito un sostegno finanziario iniziale nella fase di seeding, insieme a tutta la loro preziosa esperienza di imprenditori di lungo corso.

Ufficialmente siamo partiti ad aprile 2011, grazie a loro. E sono sempre loro che hanno convinto i gestori dei fondi Vertis Venture e Zernike Meta Ventures, a finanziare la nostra Startup con un’iniezione di capitale pari a 1,5 milioni di euro.

In pratica, AppsBuilder.com è una piattaforma online, che consente a chiunque, con pochi click guidati, di creare self service la propria App e di pubblicarla sui vari marketplace (iPhone/iPod e iPad, smartphone e tablet Android, dispositivi Windows Phone). Siamo l’unica realtà italiana, e tra le pochissime a livello mondiale, ad offrire un servizio di questo tipo ad un’offerta low cost, che consente di realizzare «Apps native fai-da-te» in 10 minuti per tutti i sistemi operativi, incluso Windows Phone 7.5 e Windows 8.

Del valore del nostro sito si sono accorti anche il MIUR e l’associazione VeDrò, che recentemente ci hanno voluti come partner del concorso Apps4School.

D’altronde, AppsBuilder.com è un prodotto molto intuitivo in grado di supportare tutti i più diffusi ambienti mobili, al 100% sulla Nuvola e conveniente (da un minimo di €19 per 1app/mese).Facile da usare, è aperto a tutti. Il pubblico a cui si rivolge è potenzialmente vastissimo, spaziando dai singoli utenti finali che vogliono vendere un loro prodotto o pubblicizzare un evento in modo moderno e a costi accessibili; alle PMI, alle catene di hotel o ai ristoranti che vogliono promuoversi via app, fino alle agenzie creative che vogliono realizzare app per proporre contenuti digitali dei loro clienti.

E’ sotto gli occhi di tutti. L’incrocio fra produzione e distribuzione di contenuti e il mondo dei media sta radicalmente cambiando la modalità con la quale si promuove, si distribuisce e si accede all’informazione. Si tratta di qualcosa che ha  un impatto sociale altissimo.

Per noi la sfida vera inizia proprio adesso. Dopo questo funding, vogliamo conquistare il mercato mondiale della rete. I numeri promettono bene: negli ultimi due mesi, abbiamo registrato una crescita media di oltre il 66% dei downloads dal nostro sito, che sono cresciuti da 1,5 a 2,5 milioni. Già disponibile in 7 lingue, il nostro portale www.apps-builder.com è una realtà a pieno regime, che ospita la realizzazione di oltre 3mila app al mese da parte di una community di più di 250mila sviluppatori registrati.

L’età ce l’abbiamo, 27 e 25 anni. Abbiamo tanto entusiasmo e ora anche i fondi necessari per arricchire le nostre competenze tecnologiche e far crescere la nostra piattaforma all’estero. Apparteniamo alla generazione emergente di giovani startupper, che stanno gettando le basi per creare l’Italian Valley dell’innovazione. Non ci siamo ancora guadagnati l’onore delle cronache mondiali, ma ci auguriamo che la storia di AppsBuilder possa essere esemplare per le prospettive di altri giovani che come noi puntano a fare impresa grazie alla visibilità internazionale e alla democratizzazione consentite dalla rete.

 Milano, 9 Novembre 2012

Daniele Pelleri e Luigi Giglio

Fondatori di AppsBuilder

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri articoli di: Storie

Storie
Tutto su Storie

Potrebbero interessarti anche

in by Storie
+
+
Impostazioni Articolo
Dimensione dei caratteri
aA
aA
aA
Sfondo:
Giorno
Notte
Testo:
Moderno
Classico
Alta leggibilità
ok