• http://www.vgmtheory.com Victor G Martinez

    cara amica, un cuore come il tuo non dovrebbe mai avere dubbi, leggerti mi riempe di energia, grazie per condividere!

    • http://www.angelamorelli.com Angela Morelli

      grazie vic

  • http://www.elordsc.it Paolo Legato

    Grazie Angela. Mi sono commosso leggendoti. Che tutto il meglio si avveri. Che le forze non ti manchino. Che le tue parole siano d’ispirazione per molti. Che la gioia guidi i tuoi gesti di leader, anche quando l’oscurità e l’immobilità sembrano inscalfibili. Spalle larghe e gambi forti, per te chiedo. Buon lavoro e buona vita.

    • http://www.angelamorelli.com Angela Morelli

      grazie Paolo. grazie.

  • Luca Di Domenico

    vorrei fosse corretta la didascalia in alto a destra.:
    Information ENERGETIC Designer

    Leggerti dà sempre la carica e una bella dose di entusiasmo per un FUTURO diverso, ma soprattutto scritto da NOI!

    Luca

    • http://www.angelamorelli.com Angela Morelli

      :-)

  • mary

    ..quanta carica danno queste semplici parole… e pensare che proprio l’altro giorno ho affermato che le rivoluzioni si fanno con carta e penna. In Puglia vengo additata spesso come idealista, perché combatto per un’Italia migliore, mentre i miei amici scappano all’estero. Io credo in quel che dici, ma so anche che il fardello che porti e porterai sarà molto pesante, lo so, perché quel fardello lo portiamo tutti noi! ti auguro un infinito in bocca al lupo e grazie aver condiviso con noi la tua storia..

    • http://www.angelamorelli.com Angela Morelli

      grazie mary

  • http://www.redditodicittadinanza.com Andrea Pauri

    Complimenti Angela, ho visto il tuo speech al TEDxOslo e sono rimasto colpito dalla tua determinazione e chiarezza espositiva. Leggo questo articolo e rimango sorpreso dal tuo coinvolgimento emotivo, morale e anche politico circa l’assumerti la responsabilità di “Essere leader … per innescare cambiamento positivo per la società intera, non per un gruppo privilegiato… Nel mio paese”. Davanti all’assunzione di un compito cosi nobile e importante mi sento in dovere di scriverti. Mi rivolgo a te in funzione del ruolo speciale che stai ricoprendo come Young Global Leader italiana e per proporti una sfida in un’area lontana dalla tua area di interesse in queste due settimane in cui stai valutando come usare al meglio questa opportunità. Insomma ti butto li i miei 2 cent. Un leader globale non può ignorare il meccanismo attraverso il quale viene emessa in circolazione la moneta. Lo conosci? Hai notato che tutti gli Stati al mondo sono indebitati? Lo sai che attualmente sono le banche private (attraverso le banche centrali e non solo) a emettere dal nulla il denaro indebitando gli stati e i cittadini? Lo sai di chi è la proprietà dell’Euro all’atto dell’emissione? Lo sai (ad esempio) che i partecipanti della Banca d’Italia sono al 95% banche private? Queste e molte altre domande inerenti questo delicato argomento credo debbano porsi i leader di oggi in un mondo dove il tasso di interesse sul debito pubblico influenza cosi violentemente le politiche e le decisioni dei nostri governanti. Cosa ne pensi? Andrea Pauri

    • http://www.angelamorelli.com Angela Morelli

      Carissimo Andrea grazie dei 2 cent! Concordo, un leader non può ignorare ciò di cui parli. Al summit il programma era fitto, la scelta vasta. Una delle iniziative Learn Money è in linea con l’importanza di capire da dove vengono i soldi che usiamo come singoli e come paese, con tutte le problematiche legate al national debt e alla crisi finanziaria. Ti ringrazio, perchè le tue domande si collocano in un quadro che è necessario avere chiaro, quelle risposte non fanno parte di un mondo a cui non apparteniamo; è fondamentale sapere per scegliere, cambiare e agire credo. Grazie!

  • ZAk

    Non dobbiamo mollare. Mai ! È una responsabilità forte verso i ns. figli. Da anni siamo governati da persone che cercano il bene di pochi e non di tutta la collettività. È un cambio generazionale che DEVE essere messo in atto congiunto al cambio di mentalità e questo possono farlo solo dei giovano leader!

  • http://www.angelamorelli.com Angela Morelli

    senza dubbio Zac!

  • valentina

    brava Angela, continua cosi’!
    strano come a volte si trovino le affinita’ piu’ intime con persone fisicamente molto lontane da noi. e strano come delle storie a noi vicine si venga a sapere solo tramite un mezzo cosi’ allargato. Sarebbe bello trasformare quest’arma a doppio taglio nella nostra forza, per andare avanti e cambiare e migliorare noi stessi, il contesto immediato che ci circonda e la sfera piu’ allargata che ci ospita!
    spero di riuscire una prossima volta molto prossima a condividere un inspiring face-to-face! un forte abbraccio

    • http://www.angelamorelli.com Angela Morelli

      grazie Valentina. tu e Gabriella siete state e siete enorme fonte di ispirazione per me. se incontrarsi (face-to-face e non) non può succedere per caso, facciamo in modo che succeda, presto. mi piacerebbe condividere il vostro lavoro di progettazione partecipata a Lecce, Santa Rosa in Posa, con tutti i lettori di Chefuturo. Ho incontrato Cameron Sinclair al Forum dei Giovani Leader – Architecture for Humanity – e il suo motto persistente ‘Building Change from the Ground Up’ mi ha fatto pensare a voi, al vostro progetto e a tanti simili, invisibili, in Italia. Quindi, primo incontro tra non molto :-) .

  • Miranda

    Grazie del Bellissimo Messaggio l’ho letto con le mie bambine di 10 e 7 anni, sono rimaste affascinate anche loro…Buona Energia Grazie…

  • iliana

    proud of u!!!!

  • http://marcobaccanti.nova100.ilsole24ore.com/ Marco Baccanti

    Ero anch’io al World Economic Forum a Puerto Vallarta, nei due giorni di summit tra manager e imprenditori del settore privato, capi di stato e responsabili di NGO. Per me e’ stata la terza esperienza, e confermo il grande valore del coinvolgimento delle tre componenti della societa’ sui temi cruciali del momento.
    Sottoscrivo l’idea di riproporre a livello nazionale una analoga occasione di condivisione in stile multi-stakeholder, anche a livello italiano.
    Complimenti per la chiarezza del post, peccato che non ci siamo incontrati (d’altronde, su mille delegati, gli italiani erano solo quattro…).