• Ilaria

    Decisamente il più bell’articolo della prima settimana di chefuturo! Complimenti!

    • http://www.chefuturo.it/author/angela-morelli/ Angela Morelli

      :)

  • http://www.chefuturo.it/author/angela-morelli/ Angela Morelli

    grazie Ilaria! sempre bello condividere!!! more to come!!!!

  • http://www.densitydesign.org Paolo Ciuccarelli

    Brava Angela, prima o poi riusciremo a fare insieme qualcosa qui a Milano…è una promessa! ;-)

    • http://www.angelamorelli.com Angela Morelli

      look forward to it!

  • http://www.behance.net/creatiway/frame Andrea Laureti

    È un argomento che mi interessa tantissimo. information design, data journalism, data visualization sono argomenti sconosciuti in Italia e sono quasi inesistenti libri al riguardo (in italiano).
    Ti ringrazio per l’articolo!

    • http://www.angelamorelli.com Angela Morelli

      grazie Andrea!

  • http://www.gotocommonground.com Vincenzo Di Maria

    I dati ci sommergono, le informazioni spesso non informano. Grazie ad Angela e al suo lavoro ho capito e apprezzato il valore della comunicazione, l’attenzione per il dettaglio e ho imparato a ‘vedere’ ció che per tanto tempo é stato nascosto dentro intricati database. Dopo aver collaborato con Angela in un paio d’occasioni potrei provare a suggerire io una risposta possibile a quella fatidica domanda ‘perché io?’

    Quando il talento incontra la passione anche le sfide più ‘folli’ diventano possibili.

    • http://www.angelamorelli.com Angela Morelli

      Ciao Vincenzo, grazie.

  • http://www.hymntofuture.com Davide Costantini

    Angela perché in futuro non ci spieghi bene quello che fai. Come lavora un Information Designer? Qual’è la sua giornata tipo?

    Che strumenti informatici usa?

    Qualche esempio del tuo lavoro magari. Sono molto curioso ;)

    • http://www.angelamorelli.com Angela Morelli

      Ciao Davide! L’information design è una disciplina vastissima e gli information designer possono lavorare su contenuti talmente diversi che la loro storia, i loro strumenti, le loro giornate tipo sono difficili da descrivere in maniera universale. Credo che ci sono, potenzialmente, dei forti punti in comune nel ‘design process’ scandito dalle tappe che ho descritto.
      1-produzione, ricerca, analisi dei dati, fasi legate all’immersione nel contenuto
      2- identificazione del messaggio, organizzazione e presentazione dell’informazione attraverso story-telling, ‘esperienze’ statiche o dinamiche.
      Di solito nella prima fase la presenza di esperti nel contenuto può essere di vitale importanza.
      Nella seconda fase si può lavorare individualmente o collaborare con altri designer a seconda del prodotto finale cui si aspira.
      Io non sono una programmatice ad esempio, e per realizzare un progetto interattivo mi potrei avvalere di chi ha quelle conoscenze.
      In futuro amplierò sicuramente questo spazio perchè la cosa più interessante in questa piattaforma è generare commenti e condividere esperienze.
      Grazie!

      • http://www.hymntofuture.com Davide Costantini

        Grazie Angela, comincio a visualizzare il ruolo dell’Information Designer ;)

        • http://www.angelamorelli.com Angela Morelli

          Bene Davide! Continueremo a parlarne e discuterne in futuro!

  • Gabriele

    Non ho parole!:)
    un articolo stupendo..
    concordo con Davide: è servito a risvegliare la consapevolezza del nostro lavoro.

    • http://www.angelamorelli.com Angela Morelli

      Gabriele, nel corso degli ultimi anni mi sono resa conto che questa consapevolezza appartiene a molti ma spesso non viene condivisa, rimane in silenzio da qualche parte nel nostro cervello, anima, cuore. Nei prossimi mesi potremmo usare chefuturo per alimentare il dialogo ed uscire dal silenzio.

      • Gabriele

        Sono completamente d’accordo. Come nel nostro lavoro, trovo fondamentale organizzare e visualizzare la complessità dei nostri pensieri per crescere come persone e come professionisti.

  • http://www.visup.it Daniele Galiffa

    Grande Angela!

    Ottimi spunti per iniziare a fornire a molti un contributo concreto sul ruolo etico dell’Information Designer.

    La cosa veramente interessante è l’accoppiata con gli OpenData e i processi partecipativi che permettono di raccontare storie e punti di vista davvero più ricchi di contributi.

    A presto,
    d.

    • http://www.angelamorelli.com Angela Morelli

      Daniele, grazie! Di sicuro l’Open Data è una manifestazione forte della democratizzazione di dati che possono nascondere storie e messaggi importanti. Progettare l’informazione è un mezzo per rendere visibili quelle storie e quei messaggi, e questo compito può avere una grande responsabilità sociale! Sarà bello condividere idee ed esperienze! :-)

  • Vittorio Morelli

    Bravissima sorellina!!!

  • http://twitter.com/ghigno Riccardo Ghignoni

    Complimenti Angela! Davvero un bellissimo articolo, chiaro ed entusiasmante.

  • Paxcultura

    Carissima Angela, ti abbiamo vista ieri sera per la 7d. Una bellissima spiegazione chiara e scientifica sul vero problema dell’acqua di cui eravamo all’oscuro, nonostante il nostro interesse. Hai trovato l’anello mancante per la comprensione dell’essenza del consumismo,della distruzione dell’ambiente,dei disastri ecologici,della fame nel mondo,e della dittatura-distruzione delle multinazionali. Per questo ti ringraziamo come associazione e vorremo metterci in contatto con te al più presto per varie iniziative.   GRAZIE                                                                                   Ass. Pax Cultura – Italia

  • Areinaudo

    complimenti!

  • fabio

    grazie alla 7 ho conosciuto una bellissima espressione del pensiero! mai avrei pensato che insieme ad una bistecca viaggiasse anche un’autocisterna: motivo in più per una scelta vegetariana.
    young global leader è un riconoscimento più che meritato.

  • Luca Niola

    Angela complimenti vivissimi per quel che fai e per la passione che ci metti.

  • Alesatoredivirgole

    complimenti davvero … da un semplice Alesatoredivirgole, un technicai writer aspirante technical communicator ( http://www.alesatoredivirgole.wordpress.com ) diviso tra tecnica, scrittura, design, un po’ di creatività e storie per bambini ospedalizzati : http://www.storietestacoda.it :-)