Menu

Il direttore del museo di Torino: "La tecnologia? Sì quando crea valore aggiunto alla collezione: ci permette di vedere cose che non potremmo altrimenti osservare"

Il museo è in primis un ente di ricerca. La ricerca è la vita stessa di un museo e la ricerca stessa ha come sua prima traduzione l’apparato espositivo, sia che si tratti di gallerie permanenti che di mostre temporanee. Questo però è solo uno degli aspetti del museo: il museo è innanzitutto costituito da donne e uomini, che quotidianamente studiano le collezioni, cercano di comprenderne le connessioni e la composizione, sia per motivi conservativi che per studiare nuovi metodi di engagement pubblico. Il museo egizio, che pure si è rinnovato, ha scelto di usare la tecnologia solo quando essa dà un valore aggiunto alla collezione “La ricerca e la scoperta di nuovi manufatti alimenta il lavoro di queste persone, con una direttrice internazionale che richiama il mandato costituzionale in cui si esalta la libertà di ricerca. Il museo deve promuovere la ricerca a chiunque sia interessato a studiare o approfondire la propria conoscenza su dei reperti o degli aspetti delle collezioni, creando una rete che permetta di convogliare i migliori esperti di un determinato tema, perché questo venga studiato e pubblicato al meglio”, racconta Christian Greco, direttore del Museo Egizio di Torino. Grazie a un approccio innovativo legato alle tecnologie [...]

I Migliori Articoli

Speciale

#STORIE

+
+
Impostazioni Articolo
Dimensione dei caratteri
aA
aA
aA
Sfondo:
Giorno
Notte
Testo:
Moderno
Classico
Alta leggibilità
ok